Web marketing - come velocizzare un sito web?

Strategia web marketing – come velocizzare un sito web

 

É ormai assodato che avere un sito web non performante dal punto di vista della velocità è dannoso sotto tutti i punti di vista, sia dalla parte dell’utente, che da quella di chi sta dietro le quinte, che magari investe ingenti quantità di tempo e di denaro che convergono poi in un sito che impiega ore a caricarsi e che in questo modo nessuno mai visualizzerà.
Google in primis incoraggia i web master, ormai da anni,a pensare e progettare il proprio sito web in visione di un caricamento veloce sui motori di ricerca, in modo da garantire agli utenti una corretta e performante user experience.

 

Web marketing - velocizzare sito web

Ecco come si comporta l’utente. Photo credits: www.smartinsights.com

 

Ma la domanda è: come facciamo, in pratica, a velocizzare e rendere più performante il nostro sito web?
Nell’articolo che proponiamo oggi andremo ad illustrare in maniera sintetica alcuni punti critici che spesso sono alla base di un sito web lento, fornendo poi alcuni strumenti per poter monitorare questi dati.

 

Le criticità

 

  • – Interagendo col sito, l’utente avrà una pessima user experience: lunghi caricamenti lo porteranno ad abbandonare il sito web ancora prima che i contenuti vengano completamente caricati, e, nel peggiore dei casi, non ritornerà più ricordando la pessima esperienza.
  • – La potenziale azienda da una brutta immagine di sè stessa, cosa che va ad influire la reputazione online.
  • – I lunghi caricamenti e la bassa performance del sito possono peggiorarne il posizionamento sui motori di ricerca.

 

Gli strumenti

 

Al di là del testare con mano la user experience e la performance del sito web, ci sono vari strumenti messi a disposizione gratuitamente dalla community per monitorare e avere dati specifici e consigli sulle come migliorarne le prestazioni. Eccone alcuni tra i più famosi:

  • – Google Search Console
  • – Google Analytics

Utilissimi tool forniti direttamente dalla grande G per tenere controllata la durata del caricamento di ogni pagina e non solo. Analizza il sito nella sua interezza, dando utili consigli su come migliorarne al massimo le prestazioni.

Riporta direttamente i dati di caricamento pagine a livello internazionale e fornisce dati in percentuale sulla velocità di ogni singola pagina, offrendo parametri in base alle medie di tutti i siti analizzati. In questo modo si può avere un’idea a 360° di come funzioni un sito rispetto alla media, e come operare per migliorarlo.

 

Le soluzioni

 

  • – Non essere tirchi sul server di hosting: questo tipo di scelte vanno prese con cautela e riflessione, in quanto ne dipende l’integrità dell’intera struttura. Investire correttamente in termini di hosting risparmia potenziali criticità che si potrebbero rimpiangere in futuro.
  • – Ottimizzare le immagini: se troppo pesanti si riveleranno essere un grosso problema, perché la qualità conta, ma quando si parla di diversi MB per singola foto, allora il discorso cambia. Esistono fortunatamente vari tools e software che permettono un corretto adattamento delle foto in modo da garantire un rapporto qualità/peso efficente e ugualmente performante.
  • – Utilizzo smart del codice: ricordare sempre di utilizzare un codice pulito, creando pagine solo con l’essenziale, eliminando gli eccessi.
  • – Utilizzare i CSS Sprite: usando per esempio un set di icone per uno sprite, invece di avere tante diverse immagini, è possibile utilizzarne una unica, in questo modo il browser dovrà scaricare meno dati per il caricamento e il sito non ne risentirà in negativo.

web marketing come velocizzare un sito web 2

Daily reminder:
La user experience viene prima di tutto.

 


Anche tu la pensi come noi? Ti è piaciuto il nostro articolo?
Vieni a dircelo sui nostri social!