Ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO): un buon posizionamento nei motori di ricerca è sempre possibile?

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è quell’insieme di attività volte a migliorare il posizionamento di una pagina web – e quindi dell’intero sito – tra i risultati dei motori di ricerca, quando un utente digita determinate parole chiave.

L’obiettivo principale di queste tecniche è quello di incrementare il traffico di ricerca organico diretto al proprio sito web.

Ma un buon posizionamento organico nei motori di ricerca è sempre possibile?

Purtroppo, non sempre. In questo articolo spiegheremo le motivazioni del perché non sia sempre possibile e del perché, nonostante questo, sia molto importante effettuare delle attività di ottimizzazione SEO su un sito internet.


Ottimizzazione SEO per i motori di ricerca o Posizionamento Organico sui Motori di Ricerca?

La SEO, acronimo di “search engine optimization“, si ottiene con tutti quegli accorgimenti on-page (applicati alla pagina e ai suoi contenuti) e off-page (attività non direttamente applicate alla pagina interessata, ad esempio la famosa link-building), che ci permettono di migliorare il posizionamento organico della pagina all’interno dei risultati in SERP Google e degli altri motori di ricerca.

Google e gli altri motori di ricerca, infatti, tramite i loro algoritmi devono effettuare una scelta gerarchica di quali siano i contenuti migliori che rispondono alla ricerca che sta effettuando l’utente tramite determinate parole chiave (keywords). Il loro obiettivo perciò è quello di fornire le informazioni più complete e autorevoli per rispondere alle domande che l’utente sta facendo tramite la sua ricerca.

Per posizionamento organico sui motori di ricerca quindi si intende proprio la posizione delle pagine di un sito web all’interno di questa disposizione ordinata delle pagine che Google propone all’utente che sta effettuando la ricerca.

Quindi, il posizionamento organico, può essere definito come il risultato delle attività SEO svolte sul sito internet. Se avremo effettuato tutte le operazioni nella maniera corretta, è molto probabile che la pagina del nostro sito web venga posizionata nelle ricerche in base alle parole chiave che riguardano il contenuto della stessa.

search-optimization-markeven

Ottimizzazione SEO per i motori di ricerca (Search Engine Optimization)

Abbiamo finora nominato più volte la parola SEO, spiegandone il significato, ma quali sono nel dettaglio le azioni per metterla in pratica sul nostro sito web?

Come anticipato, l’ottimizzazione SEO per i motori di ricerca si compone sia di attività on-page che off-page.

Le attività on-page hanno lo scopo di rendere le pagine quanto più leggibili e piacevoli a chi le visita, sia dal punto di vista dell’utilità del contenuto, sia dal punto di vista della velocità di caricamento e di facilità di consultazione. Questo naturalmente vale sia per gli utenti che per gli spider dei motori di ricerca, che hanno il compito di interpretare il codice sorgente della pagina nella maniera più veloce e chiara possibile.

Sempre tra le ottimizzazioni on-page troviamo la compilazione dei meta tags (meta title, meta description, ecc), la revisione dei testi, la creazione di link interni di approfondimento, la personalizzazione degli URL e dei contenuti multimediali: è possibile sviluppare tutte queste attività concentrandosi su determinate parole chiave per le quali desidero che la pagina compaia tra i risultati dei motori di ricerca.

Alle ottimizzazione on-page, si affiancano una serie di possibili attività definite off-page in quanto non eseguite direttamente sui contenuti del sito web. La più nota e dibattuta di queste azioni è la cosiddetta link-building. Una pagina di un sito web molto linkata, su diversi siti di buona autorevolezza agli occhi del motore di ricerca, verrà riconosciuta dai search engine come particolarmente autoritaria e importante, una fonte certa e credibile di informazioni insomma, meritevole di stare tra i primi risultati della ricerca.

Infine, da non trascurare, vi è anche l’aspetto analitico della SEO: questo aspetto non è catalogabile né tra le azioni on-site né tra quelle off-site, ma permette di raccogliere informazioni relative alla tua pagina e ai click che riceve. Attraverso l’utilizzo di tool specifici, infatti, si possono prendere decisioni per valutare eventuali correttivi sulla strategia SEO. Questo aspetto è di fondamentale importanza in quanto le regole degli algoritmi dei motori di ricerca cambiano continuamente col variare degli argomenti e dei trends, anche in funzione della posizione geografica dell’utente e della variabilità delle parole chiave ricercate.

Il Posizionamento Organico sui Motori di Ricerca

I motori di ricerca utilizzano degli algoritmi al fine di valutare i diversi aspetti di una pagina web e per capire come posizionarla nella gerarchia dei risultati dei motori di ricerca. Gli spider dei motori di ricerca analizzano ogni giorno milioni e milioni di pagine per creare una “classifica” delle stesse, in modo da presentare quelle che ritengono più pertinenti, autoritarie e credibili rispetto alla ricerca effettuata dall’utente.

Da notare anche come ogni ricerca, anche con parole chiave molti simili tra di loro, ci restituisce un ordine sempre diverso; questo ordine viene influenzato da svariati criteri come la geo-localizzazione dell’utente, la sua cronologia di ricerca e perfino quelle informazioni legate a usi e consumi che il motore di ricerca ritiene coerenti per l’utente che sta digitando.

L’obiettivo della SEO perciò non è altro che influenzare il motore di ricerca per spingerlo ad inserire una pagina del nostro sito web all’interno di questo “ordine”, possibilmente più in alto possibile in classifica, per una o più parole chiave che l’utente potrebbe digitare nelle sue ricerche.

La classifica dei risultati che il motore di ricerca ci propone ad ogni ricerca, ad esclusione dei risultati occupati da annunci a pagamento, è influenzata da tutti i fattori che abbiamo appena preso in analisi. Lo scopo dell’attività SEO sul nostro sito web è rappresentato dal raggiungere un buon piazzamento all’interno di questa gerarchia ossia raggiungere un buon posizionamento organico sui motori di ricerca.


Consulente SEO: cosa fa e a che cosa serve?

Affrontare un’ottimizzazione SEO è un compito per nulla facile per i non avvezzi al settore. Le componenti che fanno parte della SEO sono tantissime e le variabili da tenere in considerazione sono molteplici, così come gli strumenti che entrano in gioco.
Intraprendere una strategia SEO dunque non è un’attività che può essere affrontata con leggerezza e senza competenze professionali; per questo, consigliamo sempre di riferirsi ad uno specialista del settore, ossia ad un consulente SEO.

I consulenti SEO sono delle figure professionali che si occupano specificatamente della gestione e dello studio della strategia SEO e della sua attuazione. Il piano d’azione prevede solitamente una prima fase di studio e analisi della situazione. Il professionista analizza nel modo più completo possibile quale sia la situazione del cliente ed i suoi obiettivi. Dopodiché, in base ai dati a disposizione, segue lo studio e lo sviluppo di una strategia strutturata su misura per le necessità del cliente.

A questa segue la conseguente applicazione di tutte le attività SEO per raggiungere gli obiettivi prefissati.
Ad attività completate, il progetto prosegue poi con la raccolta e l’analisi dei dati per ottimizzare la strategia messa in atto. Affidarsi ad un professionista può essere dunque la soluzione migliore per ottenere risultati concreti e migliorare la situazione del proprio sito in poco tempo, avendo sempre una persona a cui fare riferimento in caso di problematiche e nuove esigenze.

ranking-seo-markeven

Conclusioni

In considerazione di tutto quanto esaminato fino ad ora, ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca non è certamente scontato, nemmeno qualora sviluppassimo al meglio tutte le azioni sopra descritte.
I motori di ricerca infatti non sono influenzabili al 100% ed inoltre sono tantissimi i fattori che entrano in gioco. Anche la sola presenza di competitors ben più famosi, come potenti multinazionali, nello stesso settore di riferimento, potrebbe essere un ostacolo insuperabile.
Questo però non significa che un’ottimizzazione SEO per i motori di ricerca non sia importante per un sito internet: migliorare la visibilità organica ed il relativo traffico è un obiettivo necessario e raggiungibile per ogni sito web.

Spesso si cade nell’errore di pensare che per ricercare lo stesso argomento tutti gli utenti digitino le stesse parole chiave, ma i dati in realtà ci dicono che vengono effettuate ricerche con le parole chiave più disparate.
Scegliere pertanto degli obiettivi realistici per il proprio brand e perseguirli tramite un piano di azione studiato da un’azienda esperta in consulenza SEO, è certamente utile per migliorare la visibilità del tuo sito internet e intercettare utenti interessati ai servizi/prodotti che offri.

Il traffico da fonte organica è quello che statisticamente risponde meglio anche dal punto di vista delle conversioni: scegliere perciò le giuste parole chiave e posizionare il proprio sito web tramite azioni SEO mirate è una scelta che tutte le aziende dovrebbero fare per convertire le visite al sito web in contatti o richieste di preventivo, nell’ottica di guadagnare nuovi clienti.