Creare un proprio social network facilmente

Salve a tutti,

stiamo testando in azienda un interessante possibilità per la creazione della nostra enterprise 2.0 (o italianizzato impresa 2.0).

Oggi in un convegno del Politecnico di Milano si parlava delle tre dimensioni dell’ E 2.0. Una era la social enterprise per comunicare internamente in modo sociale.

Un modo c’è ed è ovviamente free (fino a che i VC intesi come Venture Charity supporteranno tutti i progetti fallimentari).
Si chiama www.ning.it e permette di crearsi un “facebook” aziendale, con tanto di gruppi, forum, note, calendari e anche rss per ricevere contenuti dall’esterno. Si può creare un SN privato o pubblico a seconda delle esigenze. Per aziende con un minimo di collaboratori che vogliano testare questo strumento, sicuramente ning è l’ideale. Rimane l’incognita su dove sono i dati (se ning fallisce, o se fa crash e non fa il backup? E’ già successo ad altri progetti web 2.0.)

Su questo rientro con un analisi sulle soluzioni web 2.0 di successo tipo twitter, facebook ma anche youtube che perdono un sacco di soldi e non vedono un ritorno economico, tanto che un vp di facebook parlando con un’agenzia di comunicazione scherzava dicendo “ma non sapete che noi siamo un’azienda non profit?”
Youtube perde circa 500 milioni di dollari l’anno, twitter e facebook perdono soldi ogni volta che un utente si aggiunge.

E’ curioso vedere cosa faranno i progetti web 2.0 ma intanto che ci sono usateli al massimo.
E’ il caso del successo di Susan Boyle sconosciuta fino a pochi giorni fa e vista su youtube con 20 milioni di visite solo in una notte. Attualmente è stata vista almeno 100 milioni di volte nei vari siti!!!

E’ venuto il vostro momento, chiunque di voi può farsi una tv, creare un social network, vendere in tutto il mondo. Non avete più scuse…..

Andrea Berselli

PS. Se non avete tempo vendiamo noi i vostri prodotti, provare per credere…