Comprare Fan e Followers

 

In questi giorni è uscito sul corriere.it un articolo che parla della possibilità, per aziende e privati, di aumentare il numero dei propri seguaci sui social network semplicemente tramite l’acquisto di pacchetti di “fan”, a prezzi anche molto ridotti. L’articolo fa riferimento al racconto di Marco Camisani Calzolari, imprenditore e professore di Comunicazione aziendale e Linguaggi Digitali allo Iulm, il quale punta il dito contro le aziende che sfruttano questa tecnica “scorretta” per aumentare a dismisura i propri numeri.

In effetti questa tecnica è ormai conosciuta ed utilizzata da svariato tempo, esistono una moltitudine di aziende che si occupano della vendita di fan e followers sul Web, sia italiane che straniere, le quali promettono un incremento di seguaci a costi molto ridotti. Spendere 30 euro per avere centinaia o migliaia di fan è molto allettante per le aziende, che trovano in questo una soluzione al problema, soprattutto per quelle aziende medio piccole, di non avere molto seguito su facebook o twitter.

I fan che si possono avere con questo servizio sono di due tipi: profili finti, creati automaticamente da bot, oppure profili di persone reali iscritte a programmi di affiliazione. Inoltre, nell’articolo, si parla anche della numero molto elevato di identità fasulle presenti sui social network, il cui unico scopo è a fini commerciali, utilizzando questi profili per pubblicizzare prodotti, spammare e altre attività simili.

Ma qual è il vantaggio di comprare fan?  Senza dubbio quello di potersi “vantare” del numero dei propri fan, cercando di mettersi in mostra come azienda molto presente e importante sul web. Ma quando poi si va a vedere che su 10.000 ce ne sono solo 20 che parlano dell’argomento, quale sarà l’immagine trasmessa dall’azienda? E se su 10.000 fan, il maggior numero sono senza foto, senza descrizione, senza post?

Il vero valore dell’azienda espresso sul web non si misura in fan, ma in quanto riesce ad attirare l’utente verso il proprio sito (dove vende i suoi prodotti) e in quanto fa parlare di se sul web. È inutile avere 10.000 fan sulla propria pagina di Facebook se quando vai a scrivere un posto non viene commentato o condiviso da nessuno. Le aziende dovrebbero guadagnare fan sui social facendo parlare di se, offrendo promozioni agli utenti dei social per esempio, in pratica stimolando gli utenti a condividere le proprie esperienze con l’azienda. Avere un rapporto con i propri fan è importante, sarà molto più facile in questo modo farsi conoscere ai suoi amici, agli amici degli amici e così via. In pratica.. I numeri non sono tutto!!

 

Federico Benassi