Troppo SEO? Google ti penalizza

Novità in casa Google, Matt Cutts ha annunciato l’introduzione di una nuova possibile penalizzazione per i siti internet, che ha fatto spaventare molti SEO. La motivazione? Penalizzare quei siti troppo ottimizzati, chiamati “overly SEO’ed”.

Google da diverso tempo ha iniziato una campagna per privilegiare quei siti con contenuti originali e di qualità, tramite l’introduzione dell’algoritmo Google Panda. Ora si aggiunge questa penalizzazione per quei siti su cui si è svolta un lavorazione troppo “spinta” per posizionarlo nelle prime posizioni.

Questo è il riassunto di quanto spiegato da Matt Cutts:

  • penalizzare i siti troppo ottimizzati
  • privilegiare quei siti con contenuti di qualità a discapito dei siti troppo ottimizzati
  • rendere “Googlebot” più furbo e migliorare la sua rilevanza
  • penalizzare quei siti dove sono utilizzate troppe parole chiave o vengono utilizzati sistemi di scambio link non accettati
  • molti ingegneri di Google ci stanno lavorando, segno che potrebbe essere un aggiornamento molto importante

Per quei SEO “onesti” non dovrebbero esserci problemi, mentre questo aggiornamento va a penalizzare quei SEO o aziende che utilizzano tecniche non approvate, ad esempio keywords stuffing, acquisto di link ecc…

Ma come sempre, bisogna stare attenti, non sarebbe la prima volta che un aggiornamento di Google colpisce anche gli “innocenti”.

Federico Benassi